ATTO COSTITUTIVO
dell'Associaziome Culturale, Sociale, 
Sportiva Dilettantistica e Tempo LiberoA.S.D.  GLI  A R I S T O F I L I “
 
 
L‘anno 2017 il giorno15 marzo, alle h. 16,00, in Via Palazzo10, in Mulazzo, 
località Gavedo (MS) si sono riuniti i sigg. Antonella Cavazzi, Antonio Questa, 
Francesco Remoti, Mirco Gagliano, Roberta Corucci e Sergio Gagliano per costituire 
un’associazione sociale, culturale, ricreativa, sportivo dilettantistica, 
enogastronomica, turistica, del tempo libero e con finalità assistenziali e di 
promozione sociale nel rispetto delle disposizioni della Legge n°383/2000 e 
del D.L.gs. n° 460,/1997 e dell’art 3 della L. 383/2000.
I presenti chiamano a presiedere la riunione il Sig.Mirco Gagliano il quale accetta 
e a sua volta nomina segretario verbalizzante la Sig. Antonella Cavazzi: 
approvato all’UNANIMITA’.
Il Presidente riassume i motivi che hanno spinto i presenti a farsi promotori della 
costituzione di un’associazione culturale, sociale, sportiva dilettantistica e del tempo libero 
che avrà la sede in Via Palazzo,10 in Mulazzo, loc. Gavedo, denominata 
“ A.S.D. GLI ARISTOFILI “ 
e che darà la sua adesione alla FE.NA.L.C. (federazione nazionale liberi circoli) 
adottandone la tessera nazionale quale tessera sociale del circolo: proposta 
approvata all’UNANIMITÀ.
Il Presidente passa alla lettura dello statuto che viene ampiamente discusso, 
posto ai voti e approvato all’UNANIMITÀ e sarà parte integrante del presente Atto Costitutivo.
Inoltre Il Presidente sottolinea che l’associazione ha per scopo lo svolgimento 
e la gestione di attività enogastronomiche, sportive dilettantistiche, motorio sportive 
e di danza, nonché di promuovere e gestire le occasioni di aggregazione dei soci durante 
il tempo libero mediante incontri culturali, artistici, musicali, turistici, ludici, 
conviviali, attività amatoriale ed ogni altra espressione ad essa connessa nell’interesse dei soci.
L'adesione all’associazione è libera e volontaria, il suo funzionamento è basato sulla 
volontà democraticamente espressa dai soci, le cariche elettive e le prestazioni sono esercitate 
e svolte a titolo gratuito, salvo i rimborsi spese e le indennità previste per Legge, è 
assolutamente escluso ogni scopo di lucro ed è fatto divieto di distribuire, anche in modo 
indiretto, utili o avanzi di gestione.
I presenti passano alla elezione del CONSIGLIO DIRETTIVO che risulta così composto:
Presidente:MIRCO GAGLIANO C.F. GGLMRC57E22D969E 
Vicepresidente:SERGIO GAGLIANO C.F. GGLS RG59M07D969J 
Segretario: ANTONELLA CAVAZZI C.F. CVZNNL58T42D969G
Il Consiglio Direttivo viene così eletto ed approvato all’UNANIMITA’.
Gli eletti alle cariche sociali dichiarano che non sussistono elementi incompatibili ed accettano 
la carica con la sottoscrizione del presente atto: approvato all’UNANIMITA’.
Il suesposto verbale viene letto ed approvato all’UNANIMITA’.
Non essendovi altri argomenti all’O.d.G. e non avendo alcuno chiesto la parola il Presidente 
scioglie l’assemblea alle h. 19,00.

Il segretario verbalizzante 
Il Vice Presidente 
Il Presidente		
 
     
 

S T A T U T O

dell'Associazione Culturale, Sociale,

Sportiva Dilettantistica e Tempo Libero

A.S.D. GLI A R I S T O F I L I “

 
  ART. 1 – A norma dell’art.18 della Costituzione Italiana e degli art. 36 e seguenti del Codice Civile, si è costituita in data 15/ 03 /2017 l’Associazione culturale sportiva dilettantistica ricreativa e del tempo libero con finalità assistenziali e di promozione sociale denominata “A.S.D. GLI ARISTOFILI” in Mulazzo, località Gavedo, in Via Palazzo 10, provincia di Massa Carrara.
L’Associazione è un libero circolo di fatto, senza fini di lucro, amministrativamente e giuridicamente autonomo, la cui durata è illimitata, salvo anticipato scioglimento deliberato dal
Consiglio Direttivo.
L’Associazione aderisce alla FENALC, Ente Nazionale di promozione culturale sportiva, con finalità assistenziali e di promozione sociale e di questo Ente adotta il regolamento e la tessera nazionale quale tessera sociale dell’Associazione stessa per usufruire delle relative agevolazioni, esenzioni, prerogative e facilitazioni di legge. La presente Associazione è un Ente Associativo che non svolge attività commerciale.

ART. 2 – L’associazione promuove il proficuo impiego del tempo libero ed il benessere dei propri associati attraverso iniziative di natura sportiva dilettantistica, enogastronomica, ambientalistica, sanitaria, per la promozione e la diffusione della cultura e delle tradizioni del nostro territorio, per mantenere rapporti interpersonali e di amicizia valorizzando in particolare le iniziative che siano in grado di favorire atteggiamenti e comportamenti attivi, utilizzando i metodi del libero associazionismo
Attua servizi e strutture per lo svolgimento di momenti di aggregazione. In particolare il primo obbiettivo dell’Associazione è quello di essere un punto di incontro per tutti i Soci che intendono perseguire le finalità Statutarie. Saranno accolte proposte fatte dai soci per migliorare o intensificare l’attività d’istituto. Si propone di esercitare, in via marginale e senza scopi di lucro, attività di natura commerciale per autofinanziamento: in tal caso si dovrà osservare le normative amministrative e fiscali vigenti.

ART. 3 – All’Associazione possono essere ammessi tutti i cittadini della Comunità Europea e stranieri di ambo i sessi che ne fanno richiesta e che ne accettano lo Statuto e i regolamenti.
Le modalità dell’ammissione sono fissate dal Consiglio Direttivo, all’atto della richiesta. Il richiedente diventa a tutti gli effetti socio salvo la possibilità di non accettazione prevista dal regolamento interno. Per essere soci con diritto di voto necessita avere la maggiore età.
I soci sono tenuti a versare la quota Sociale fissata annualmente dal Consiglio Direttivo, comprensiva dell’importo della tessera FENALC.

ART. 4 – I soci hanno diritto di partecipare alle iniziative promosse dall’Associazione, di usufruire delle strutture del sodalizio, nonché dei servizi e agevolazioni annessi alla FENALC. La tessera di affiliazione sarà data contestualmente alla presentazione della relativa domanda a socio come da modulo e rilasciata con autorizzazione del C.D. il quale si riserva di vagliare entro 30 giorni dall’emissione l’approvazione o la non accettazione del socio. Nel secondo caso dovrà esserci una giusta motivazione.

ART. 5 - La sede sociale è adibita all’espletamento delle attività statutarie ed al conseguimento dei fini sociali. L'Associazione può inoltre utilizzare strutture pubbliche previo adempimento regolamenti locali.
ART. 6 – Sono organi dell’Associazione:
a) l’Assemblea dei soci b) il Consiglio Direttivo c) il Presidente d) il Collegio Sindacale (facoltativo) e) il Collegio dei Probiviri (facoltativo)

ART. 7 – L’assemblea dei soci è convocata, dal Consiglio Direttivo ordinariamente una volta all’anno e in via straordinaria ogni qualvolta lo stesso lo ritenga necessario.
L’assemblea deve essere convocata anche su richiesta motivata di un quinto dei soci. L’assemblea è valida in prima convocazione quando siano presenti la metà più uno dei soci e in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei presenti. La convocazione deve essere effettuata mediante lettera raccomandata indirizzata a tutti i soci o con avvisi affissi nella sede sociale, specificando data, luogo, ora e ordine del giorno, almeno 10 giorni prima.

ART. 8 – L’Assemblea Ordinaria approva il rendiconto economico e finanziario e delibera gli atti attinenti alla gestione del circolo demandati alla sua competenza dall’atto costitutivo. Esamina e delibera ogni questione ad essa sottoposta dal Consiglio Direttivo. L'Assemblea delibera a maggioranza semplice. Quando l’assemblea è chiamata a pronunciarsi su modificazioni dello Statuto, sul ritiro dell'adesione alla FENALC e sullo scioglimento del sodalizio, delibera, anche in seconda convocazione, con la maggioranza qualificata dei 2/3 (due terzi) dei votanti. Non sono ammesse deleghe.

ART. 9 – I Soci eleggono il Consiglio Direttivo, il Collegio Sindacale e quello dei Probiviri. Le elezioni si svolgono normalmente ogni cinque anni e devono essere indette con un preavviso di giorni venti. Le modalità di svolgimento delle elezioni saranno stabilite con apposito regolamento predisposto dal C.D. ed approvato dall’assemblea dei soci. Detto regolamento dovrà comunque prevedere espressamente il principio del voto singolo a norma dell’art.2538, comma2, C C.

ART. 10- Il Consiglio Direttivo è composto almeno da n° 3 consiglieri. Gli eletti durano in carica 5 anni e sono rieleggibili: possono essere costituite Commissioni di Lavoro .

ART. 11- Il Consiglio Direttivo :
a- elegge tra i suoi componenti il P residente, il Segretario e l’Economo Cassiere –
b- stabilisce il programma delle attività sociali secondo gli scopi perseguiti dal circolo –
c- designa i collaboratori tecnici preposti alle attività sociali –
d- predispone il rendiconto economico finanziario –
e- è responsabile degli atti amministrativi compiuti in nome e per conto del Sodalizio.
Qualora durante il corso del mandato vengano a mancare uno o più consiglieri, subentreranno i soci che nei risultati delle votazioni hanno riportato il maggior numero di voti dopo l’ultimo eletto.
I Consiglieri subentranti nella carica vi permangono fino alla scadenza del periodo che sarebbe spettato di diritto ai membri sostituiti.

ART. 12 – Il Consiglio Direttivo si riunisce una volta al mese e straordinariamente ogni volta lo ritenga opportuno il Presidente o su richiesta di due terzi dei membri del consiglio. Esso delibera validamente in prima convocazione, qualunque sia il numero dei presenti. A parità dei voti prevale il voto del Presidente. In caso di assenza o di impedimento del Presidente, subentra con eguali funzioni e prerogative il Vicepresidente.

ART. 13 – Il Presidente dell’Associazione viene eletto dal Consiglio Direttivo, dura in carica 5 anni e ha la legale rappresentanza dell’Associazione stessa, convoca e presiede il C.D., convoca l’Assemblea dei Soci e ne segue le deliberazioni. E’ responsabile degli atti amministrativi compiuti per conto e a nome dell’Associazione, firma la corrispondenza dispositiva che impegni comunque l’Associazione.

ART. 14 – Il Segretario predispone, in collaborazione con l’Economo cassiere, lo schema del rendiconto economico e finanziario che il Presidente, previo esame, sottopone alla revisione del Consiglio Direttivo e al Collegio dei Sindaci; tiene aggiornato il libro dei soci e i registri e documenti contabili, provvede al disbrigo della corrispondenza, compila i verbali delle sedute del Consiglio, firma la corrispondenza che comunque non comporti impegni per l’Associazione, collabora per la buona riuscita di tutte le attività del sodalizio.

ART. 15 – L’economo Cassiere compila, in collaborazione con il Segretario, il rendiconto economico finanziario, provvede alla riscossione delle entrate ed al pagamento delle spese a firma abbinata col presidente ed è responsabile della regolare tenuta dei libri contabili. Prende in consegna beni mobili e immobili e mantiene aggiornati i libri degli inventari.

ART. 16 – Il Consiglio Sindacale è facoltativo, costituito da 3 membri e due supplenti, elegge il Presidente del Collegio, esercita il controllo amministrativo su tutti gli atti di gestione compiuti dall’Associazione, accerta che la contabilità sia tenuta secondo le norme prescritte, esamina i bilanci e propone eventuali modifiche, accerta periodicamente la consistenza di cassa, l’esistenza dei valori e dei titoli di proprietà sociale e di quelli ricevuti dall’associazione a titolo cauzionale.
I Sindaci vengono nominati per la durata di due anni e possono essere confermati, sostituiti o revocati con le stesse modalità previste per i membri del Consiglio Direttivo.

ART. 17 – Il patrimonio dell’Associazione è costituito:
a) dai beni immobili – e mobili di proprietà e comunque acquisiti,
b) dai beni mobili e immobili provenienti da donazioni o lasciti,
Il Patrimonio dell’associazione deve essere destinato al perseguimento dei fini statutari.

ART. 18 – Le entrate sono costituite:
a) dalle quote di iscrizione e di frequenza,
b) da obbligazioni, elargizioni, lasciti di enti o privati,
c) da contributi delle Amministrazioni Comunali e altri enti pubblici o privati,
d) da redditi,
e) da eventuali entrate derivanti dallo svolgimento delle attività sociali,

ART. 19 – L’ esercizio finanziario decorre dal 1° Gennaio al 31 Dicembre. La responsabilità della gestione dell’associazione è assunta solidamente dal C.D.

ART. 20 – Le sanzioni disciplinari che possono essere inflitte ai soci dell’Associazione sono:
a) la deplorazione
b) la sospensione
c) l’espulsione.
Dette sanzioni sono adottate dal Collegio dei Probiviri (facoltativo) composto da 3 soci su proposta
del Comitato Direttivo. Contro i provvedimenti in parola è ammesso il ricorso, da presentarsi tramite il C.D. Entro 15 giorni dalla data di notificazione del provvedimento all’Assemblea dei Soci che si pronuncerà entro 3 mesi con la maggioranza prevista dal precedente art. 8.

ART. 21 – In caso di scioglimento per qualunque causa i beni di proprietà dell’associazione dovranno essere devoluti ad altra associazione con finalità analoghe o ai fini di pubblica utilità, salvo diversa destinazione imposta dalla legge. La quota o contributo associativo non è rivalutabile né trasmissibile ad eccezione dei trasferimenti in caso di morte. E’ fatto divieto distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale, durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

ART.22 - ( disposizioni finali) L’Associazione si impegna a conformarsi con lealtà alle norme e alle direttive dell’ente affiliante, al suo statuto ed ai suoi regolamenti ed alle istruzioni diramate dal Presidente Provinciale, il quale è esonerato da qualsiasi responsabilità, sia oggettiva che soggettiva in merito alla mancata ottemperanza alle norme ed alle istruzioni di cui sopra. Per quanto non contenuto nel presente statuto valgono le norme contenute nello Statuto Nazionale dell’ente affiliante ed eventualmente nel regolamento organico e in ultima analisi nelle leggi in materia.
Il presente statuto è stato approvato all’unanimità dall’assemblea dei soci promotori nella seduta
del 15 Marzo 2017 svoltasi presso la sede del circolo in Via Palazzo 10, in Mulazzo loc. Gavedo, MS.
Il presente statuto è composto di n ° 4- pagine più n° 1- dell’atto costitutivo parte integrante del
presente atto.